Centro Storico

centro storico otranto

Per scoprire la vera essenza della città occorre partire dal suo centro storico, che racchiude tra le sue mura le origini e la storia di Otranto.

Ciò che cattura immediatamente l'attenzione è "Porta Terra", costruzione napoleonica della prima metà del '500, ingresso principale della città antica, che con la sua maestosità da il benvenuto. Oltrepassando questa porta ci si trova in un piccolo spazio triangolare, un tempo utilizzato come piazza d'armi, delimitato da una compatta muraglia intervallata da due torri, Torre Ippolita e Torre Duchesca, che racchiude l'intera struttura della città vecchia.

Di fronte alla prima porta si erge "Torre Alfonsina" che nasce dall'unione di due torri Aragonesi. Costruita nel 1481 da Alfonso d'Aragona, duca di Calabria, che liberò Otranto dai Turchi, crea al suo interno un tunnel che conduce nel vivo del centro abitato. Mentre si attraversa il tunnel, alzando lo sguardo, si possono notare una serie di feritoie che venivano utilizzate per lanciare pece ed olio bollente sui nemici.

Lungo le varie stradine del centro storico si nota la caratteristica pavimentazione a chianche consunte e lucenti che aumentano il fascino della città.

Proseguendo, si percorre "Corso Garibaldi", principale vicolo del centro, ricco di negozietti caratteristici e delimitato qua e là da palle di granito un tempo usate dai Saraceni per combattere i nemici. Da qui si snodano una serie di stradine che conducono ai monumenti principali della città: la Cattedrale, il Castello Aragonese e la Basilica di San Pietro. Attraversando tutto il corso principale, ci si trova di fronte a "Porta a Mare", attraverso la quale si giunge al porto.

Una parte importante del centro storico è rappresentata dai "Bastioni dei Pelasgi", dai quali si può ammirare il panorama della città e lo splendido mare.